“Le Offerte Perdibili” è il nuovo spot di EnerGrid interpretato dalle Sorelle Alvarez, il duo teatrale che ha usato il format sideshow - uno spettacolo multiplo che si accosta a un circo o a un luna park in un baraccone – per promettere mirabolanti (e quindi incredibili, tralasciabili, perdibili) occasioni. Nello spot le Sorelle Alvarez interpretano il ruolo di venditrici-imbonitrici di luce e gas con una parodia che termina con l’invito da parte di una voce fuori campo a diffidare delle offerte mirabolanti e a passare a EnerGrid, che fa della chiarezza e della semplicità le sue armi migliori. Le Alvarez ritornano infine in scena con un sonoro ’Pedalaaa!’ su una bici da circo, già diventato un meme virale. Le Sorelle Alvarez hanno portato il loro vero, improbabile, autentico, insolito “Mini Special SideShow” al piccolo Teatro della Caduta di Torino da gennaio 2016. Un piccolo spettacolo bizzarro e a volte spaventoso, ritratto di un mondo perduto, capace di condurre gli spettatori in un angolo esotico e magico, in un posto mistico e meravigliosamente ciarlatano in cui nessuno è escluso, dove tutto può accadere a patto che ci si creda e dove tutti quelli che non sono come gli altri non hanno da far altro che mostrarsi.

 

SPOT ENERGRID

Come è nato
Lo spot nasce da un’idea di Simona Lodi, Fulvio Marengo e Ugo Gaspardone.
“Volevamo in un certo senso alleggerire la tematica dell’acquisto di energia e gas sul mercato libero – dice Simona Lodi, responsabile marketing - che alle persone appare ostica poiché molto tecnica. Coinvolgere il Teatro della Caduta è stato il passo successivo.” Dichiara Fulvio Marengo, direttore commerciale: “Quando ho visto le Alvarez sul palco mi sono innamorato subito dell’idea di coinvolgerle, perché portare una risata sincera vale più di un budget milionario.” Ugo Gaspardone - direttore creativo dell’agenzia Beetween – è altrettanto entusiasta della scelta:“Curare la realizzazione di questo spot mi ha divertito molto perché entrare nel mondo delle Alvarez è stato davvero uno spasso”.

Credits
Da un’idea di Ugo Gaspardone, Simona Lodi, Fulvio Marengo.
Produzione video: Sherpa
A cura di Between
Autori: Giorgia Goldini e Cinzia Cigna
Regia di Francesco Giorda
Direttore della fotografia: Gianluca Mamino
Operatore: Riccardo Fasano
Assistente operatore: Alessandro Crisci
Segretaria di edizione: Elsi Perino
Fonico di presa diretta: Marco Marasciuolo
Montaggio: Riccardo Fasano
Tecnico audio: Sandro Vendrame
Voice-over: Timothy Donato
Colorist: Gianluca Mamino
Post-produzione e missaggio audio: Sherpa
Scenografia di Maria Di Marco
Trucco di Laura Oliviero
Musica originale di Andrea Gattico
Foto di Dino Jasarevic
Renting attrezzatura: Ouvert
Location Teatro delle Caduta

 

LE SORELLE ALVAREZ

 

Gloria e Vittoria Alvarez attrici, impresarie, collezioniste, medium con comprovati poteri, addomesticatrici di uomini e serpenti, poetesse, cantanti, eccelse danzatrici, profonde conoscitrici degli animi altrui, non usano percuotere i loro artisti pur mantenendo la disciplina.

 

TEATRO DELLA CADUTA

 
 
 

Situato nel cuore del quartiere Vanchiglia di Torino, con soli 45 posti a sedere in sala, il Teatro della Caduta è la più piccola sala teatrale della città. Arredata con tavolini e sedie di legno, rievoca le atmosfere ed il gusto dei cabaret d’inizio secolo. Ogni martedì sera da 13 anni va in scena il Varietà che ha ospitato oltre 600 artisti e 40000 spettatori. Un progetto di Lorena Senestro e Massimo Betti Merlin con Francesco Giorda – dalle dimesioni di un negozio su strada è stato definito “una miniplatea di spirito circense che strapperebbe un sorriso compiaciuto a Fellini e non stonerebbe nel delicato bianco e nero dei film di Wim Wenders.” (Paolo Ferrari – D di Repubblica ottobre 2010). Il Teatro della Caduta è anche una compagnia professionale di produzione teatrale; negli anni ha realizzato numerose produzioni che privilegiano la centralità dell’attore e spaziano dalla nuova drammaturgia all’arte di strada, dai progetti musicali agli spettacoli comici. www.teatrodellacaduta.org

IL BACKSTAGE DELLO SPOT

 

Regista
Francesco Giorda

Francesco Giorda
Attore comico, scrittore, regista e videomaker torinese. Da 20 anni porta i suoi spettacoli di Stand-up comedy e teatro comico di strada e grandi eventi di circo-teatro in giro per l’Italia e l'Europa. Ha vinto numerosi premi tra cui il Premio Regione Piemonte per la Valorizzazione dell’Arte di Strada. E’ una delle colonne portanti del Teatro della Caduta di Torino con il quale ha vinto il Premio Internazione di Regia 'Fantasio Piccoli' e con cui collabora alla produzione di spettacoli tra cui 'I Grandi Classici' e il recente talk show teatrale 'Francesco Giorda Live Show' diventato un libro co-prodotto dal pubblico.

Attrice e autrice
Giorgia Goldini

Giorgia Goldini
Vive e lavora a Torino. Ha trentun, du... trentaquattro anni. É alta 1,52. É autrice, attrice (preferibilmente comica) lettrice e talvolta presentatrice. Ha vinto persino dei premi. Collabora con la Casa del Teatro Ragazzi e Giovani di Torino e con il Teatro della Caduta. Lavora con Cinzia Cigna dal 2006. E' tra i fondatori e lavora nella direzione organizzativa del Torino Fringe Festival. Sei volte al mese pensa di cambiare lavoro. Per il resto tutto bene.

Attrice e autrice
cinzia.jpg

Cinzia Cigna
Attrice di teatro con un percorso variegato: dal teatro di strada al teatro per ragazzi a quello di ricerca. Incontra, scrive e recita con Giorgia Goldini già nel 2000, con lei, nel 2006, crea il duo di teatro comico "Gemelle Regresso". Continua a percorre questa corrente artistica nonchè la fiorente collaborazione con G.G. partecipando alla creazione, nel 2016, delle "Sorelle Alvarez", attuali conduttrici del Varietà al Teatro della Caduta.

Creativo
Ugo Gaspardone

Ugo Gaspardone
52 anni, laureato in giurisprudenza, copywriter alla fine degli anni ’80 in una storica agenzia di pubblicità torinese per clienti nazionali. Nel 1994 è partner e direttore creativo di una struttura più orientata al below-the-line. Nel dicembre del 2001 con Marco e Chiara apre between.

Scenografia e costumi
Maria Di Marco

Maria Di Marco
Scenografa, architetto, costumista, collezionista, eclettica ma soprattutto cosmica, Maria lavora sui set da vent’anni. La sua è anche una passione iniziata con progetti come video musicali e pubblicità che le hanno permesso di dare più spazio alla sua parte più creativa e artistica. Ha solidificato la sua carriera con le fiction televisive (Cento Vetrine) e film ho incominciato anche a descrivere visivamente realtà di scene quotidiane: ricostruzione di molteplici ambientazioni per descrivere i personaggi, luoghi specifici, girando il mondo ed epoche diverse senza teletrasporto.

Trucco
Laura Oliviero

Laura Oliviero
Make-up artist dal 2000 per i set cinematografici. Tra i numerosi progetti a cui ha partecipato merita ricordare la fiction "Elisa di Rivombrosa" con la regia di Cinzia TH Torini, prestigiose serie tv made in USA come "Rome" ed "Empire" sull'antica Roma, commedie per la Rai con Barbora Bobuľová (prossimamente sullo schermo) e la fiction d’epoca "Paradiso delle signore”. Collabora inoltre da diversi anni con i magazine "Diva e Donna" e "Vanity Fair”, dove in particolare ha avuto la grande occasione di lavorare con Karl Lagerfeld.

Agenzia Between

L’agenzia piccola nei numeri, grande nelle esperienze, snella e reattiva nell’approccio quotidiano con la comunicazione: feedback immediati, zero filtri, progetti nati, pensati e sviluppati in tempi rapidi. between.be

Musiche
Andrea Gattico

Andrea Gattico
Pianista, compositore, produttore di musica per immagini, film, documentari, spettacoli teatrali, jingle, pubblicità. Recentemente ha firmato le musiche originali per la serie “Food Market - profumi e sapori a km0” (Stefilm, NDR/ARTE), ha collaborato all’editing di audio e musica per lo spettacolo di Arturo Brachetti “Brachetti che sorpresa!” 2014. Attualmente in produzione le musiche di scena per lo spettacolo teatrale su Guido Gozzano scritto e interpretato da Lorena Senestro “La signorina Felicita ovvero la felicità” (Teatro della Caduta/Teatro Stabile Torino). E' fondatore dell’orchestra da viaggio Espresso Atlantico in cui armato di baffi e tenuta da ammiraglio è possibile vederlo animare le notti con voce stentorea a bordo d’un piroscafo d’altri tempi.